Se c’è un momento in cui i capelli, di qualunque qualità, vengono messi a dura prova quello è l’ESTATE.

Per estate intendo le cose più belle che si possono fare in questo periodo:

· andare al mare

· andare in piscina

· fare sport all’aperto e sudare (ed eliminare tossine)

· andare in barca

· stare sdraiati sotto un portico con la musica nelle orecchie ed un venticello che ci svolazza

tra i capelli..magari in una serata un po’ umida

Mare: l’acqua del mare e la salsedine in esso contenuta è uno dei fattori di maggiore disidratazione per i nostri capelli.

E anche se spesso ci capita di apprezzare l’asciugatura naturale dei nostri capelli dopo un bel bagno al mare (risultano delle onde naturali

che con phon e spazzola possiamo anche sognarcele), non va sottovalutato che la quantità di sale presente nell’acqua del mare

comporta un’ondata di secchezza ai nostri capelli che se non protetti adeguatamente ci farà tornare dalle vacanze con capelli irriconoscibili.

Piscina/Cloro: il cloro è un disinfettante usato per mantenere pulite le piscine. Ai capelli provoca un danneggiamento alla

cuticola che è la parte esterna dei capelli deputata a proteggere la corteccia. Il risultato è che i capelli si ritrovano ad essere sforniti della

loro protezione naturale. Il risultato sarà un capello sfibrato e rinseccolito. Considerato poi il potere decolorante del cloro, i

capelli risulteranno scolorati in particolare se i capelli sono trattati e colorati.

Sudore: Per chi ha capelli tendenti al grasso diventa una guerra tra FARE SPORT SUL

SERIO=SUDARE=DIMAGRIRE e NON FARE SPORT SUL SERIO=NON SUDARE=NON DIMAGRIRE=NON

STRESSARE I MIEI CAPELLI.

Vento/Umidità: veri e propri nemici dei capelli, di una tale aggressività per i capelli che non si può non proteggerli.

A questo punto non ci rimane che darvi qualche consiglio che sicuramente già conoscerete ma

una ripassatina non fa mai male

A: acquisire la mentalità che prima di partire per il mare è obbligatorio non solo portarsi creme protettive per la pelle del viso

e del corpo ma anche per i capelli.

B: sapere che per proteggere i capelli da tutte le situazione di cui sopra sono necessari 4 step:

1- prima dell’esposizione al sole, prima del bagno al mare o in piscina, prima di una passeggiata in barca (dove il vento che ci

svolazza tra i capelli è come lo squalo 3 che ci divora..non so voi ma dopo una giornata in barca, se non proteggo i capelli io ho la

stoppa!!) applicare una PROTEZIONE. Ne esistono di più leggere, tipo spray invisibili, a più corpose, tipo olii (oggi trattasi il più

delle volte di olii leggeri che non ingrassano). Scegliete in base alla qualità dei vostri capelli. Se sono colorati e secchi non esitate ad

acquistare un prodotto più ricco, vi proteggerà di più dalle minacce di cui sopra. Se avete capelli fini opterete per quello più leggero.

Durante la giornata ripetere l’operazione più volte, soprattutto in caso di bagni frequenti, lunghe esposizioni al sole o al vento.

2- Dopo la giornata di relax farete una doccia e userete il vostro shampoo. Qui io vi raccomando di utilizzare lo shampoo

più adatto ai vostri capelli. Per chi ha capelli molto secchi non esiterà a usare un lavante dalla buona nutrizione, chi fa i soliti conti con i capelli

che si appesantiscono opterà per uno shampoo più leggero.

3- MAI DIMENTICARE IL CONDITIONER. Che lascerete in posa qualche minuto e poi risciacquerete. Per capelli molto disidratati

e secchi è consigliato avere con sé anche un buon impacco (maschera) che con tutto il tempo che abbiamo in vacanza si terrà in posa

per non meno di 15 minuti.

4- Ultimo step. Asciugate quanto più possibile i capelli in modo naturale. Sono una fan del phon ma se qualche volta ne facciamo a

meno non è male. Tutta al più un tocco alla frangetta..

Aggiungo un quinto consiglio: cappelli o turbanti sono strumenti perfetti per difendere i nostri capelli..se ne trovate di carini.. usateli!

Noi vi abbiamo dato questi consigli perché pensiamo che tornare dalle vacanze con i capelli rovinati, secchi e spenti non sia il massimo.

E poi non c’è vacanza migliore che pensare a noi stesse.

Buone vacanze!